I Bioattivi della Foresta Amazzonica

MARACUJA (Passiflora edulis)

Proprietà cosmetiche

I semi contengono circa il 3% di olio rosso‐bruno, fortemente aromatico. Viene utilizzato nel campo dell’alta cosmesi per l’altissimo contenuto (fino al 70%) di Omega 6, acido grasso essenziale che ripristina, come è stato scientificamente dimostrato, la funzione barriera della pelle. L’olio è ricco di Vitamina C, Bioflavonoidi e Beta‐Carotene, potenti antiossidanti che proteggono la pelle dal danno dei radicali liberi. L’olio di Maracuja riduce naturalmente l’eccesso di sebo e rende la pelle fresca, setosa, meno grassa con una gradevole sensazione di pulito.

Uso Tradizionale

La Passiflora edulis è una delle numerosissime specie del genere Passiflora, che ha dato nome alla famiglia delle Passifloracee. La pianta viene anche utilizzata in campo medicinale: la polpa, il succo, i fiori in infusione, svolgono un effetto sedativo e calmante per i dolori muscolari e le cefalee. L’infusione viene utilizzata anche per conciliare il sonno ed anche nei casi di spasmi bronchiali o intestinali di origine nervosa.

Dalle foglie viene prodotto un sedativo naturale (passiflorina). Il Maracuja viene largamente utilizzato in Amazzonia per la produzione di succhi concentrati. Viene utilizzato in molte varietà gastronomiche. La polpa è dolce, molto profumata e piena di piccoli semi.

bioattivi-1

BABASSU (Orbignya oleifera)

Proprietà cosmetiche

L’olio di Babassu deve le sue straordinarie qualità all’altissima concentrazione di acido Laurico (ca 40%) e Miristico (ca 17%). Queste sostanze svolgono una funzione emolliente superiore che da benefici soprattutto alle pelli sensibili e arrossate attraverso la formazione di un mantello lenitivo e protettivo sulla cute. L’alto contenuto della frazione insaponificabile steroidea e i tocotrienoli stimolano i processi rigenerativi e contrastano i radicali liberi, una delle cause principali dell’invecchiamento cutaneo accelerato. L’olio di Babassu viene utilizzato da secoli dalle donne brasiliane per mantenere la bellezza del loro corpo con una pelle liscia e vellutata.

Uso Tradizionale

In campo medico il frutto è usato come “panacea” per curare ulcere gastriche, coliti, vene varicose, reumatismi, ernie, allergie, obesità ed alcolismo. L’estrazione dell’olio rappresenta la più importante risorsa vitale per le Popolazioni Indigene. I semi di Babassu sono quelle che hanno il più alto valore commerciale (dovuto all’olio), ma anche le rimanenti parti (fiori, foglie, tronco) sono utilizzate dagli indigeni della zona.

Le foglie vengono usate per fare i tetti, per produrre carta, per produrre oggetti domestici. I gusci della noce sono frantumati e mescolati con l’acqua per produrre una bevanda  chiamata “babassu milk”, molto apprezzata dagli indigeni della regione.

bioattivi-1

CUPUAÇU (Theobroma grandiflorum)

Il Cupuaçu è un albero che cresce solo in alcune aree dell’Amazzonia ed è imparentato con quello del Cacao.

Proprietà cosmetiche

Dai semi del frutto si ricava un burro di eccellenti proprietà cosmetiche. Ricco di Omega 9, Omega 6 e acido Palmitico, il burro è particolarmente indicato per il trattamento delle pelli secche e mature, per le marcate proprietà nutrienti ed idratanti. Possiede un’eccellente capacità di incrementare l’idratazione a lunga durata e questo  è dovuto all’incredibile capacità del burro di assorbire acqua fino al 419% del proprio volume (contro il 289% del burro di Karitè).

Il burro di Cupuacu contiene un’elevata frazione di insaponificabili (15%) costituita da Fitosteroli che stimolano notevolmente il processo di cicatrizzazione e rafforzano la membrana idrolipidica.

Uso Tradizionale

Da secoli, le popolazione amazzoniche utilizzano il frutto dell’albero di Cupuaçu come fonte principale di cibo. Oggi la polpa del frutto è usata in Brasile per la preparazione di gelati, succhi di frutta, creme, gelatine e torte. Dai suoi semi viene prodotto una specie di cioccolato chiamata “cupuace”, che tuttavia non contiene alcun cacao.

bioattivi-1

MURUMURU (Astrocaryum murumuru)

I semi di Murumuru contengono un grasso bianco (burro), inodore e insapore soprattutto con il vantaggio di non diventare rancido facilmente, perché è ricco di acidi grassi saturi costituiti da aminoacidi a catena corta come Laurico e Miristico.

Proprietà cosmetiche

Il suo ricco contenuto di acidi grassi (Laurico, Miristico, Palmitico, Stearico, Oleico e Linoleico) favorisce la nutrizione e l’integrità della barriera lipidica della pelle. L’olio svolge una funzione emolliente superiore, formando un velo protettivo sull’epidermide. Ammorbidisce ed idrata in profondità e possiede proprietà lenitive e rigeneranti. L’olio di Murumuru è un potente agente barriera di riparazione della pelle. E’ ricchissimo di Vitamina A, in concentrazione fino a 4 volte superiore a quella contenuta nella carota che migliora la luminosità cutanea e contribuisce a ridurre le rughe, in particolare sulla pelle danneggiata dai raggi UV.

Uso Tradizionale

I suoi frutti sono un’importante fonte alimentare per le popolazioni locali, per le quali i frutti, i noccioli e i materiali ricavati da questa pianta sono importanti anche dal punto di vista economico; ad esempio, con le fibre dell’albero è possibile realizzare amache.

bioattivi-1

COPAIBA (Copaifera officinalis)

Esistono varie specie di Copaifera. La specie migliore è la Copaifera officinalis da cui si ottiene la materia prima per l’industria cosmetica e farmaceutica (balsamo di Copaiba). La resina di Copaiba si origina attraverso un’incisione dalle pareti cellulari del legno e sgorga sotto forma di liquido chiaro.

Proprietà cosmetiche

Il Beta‐Carofillene è il componente principale dell’olio essenziale di Copaiba. E’ un potente germicida naturale, efficace nella prevenzione di infezioni e infiammazioni cutanee. Le sue dimostrate proprietà antinfiammatorie lo rendono efficace nel trattamento topico di qualsiasi affezione cutanea. Ben note sono anche le sue proprietà astringenti utili per il trattamento di impurità cutanee tipiche nelle pelli grasse e miste. Studi in vitro e in vivo sul balsamo di Copaiba hanno evidenziato inoltre l’efficacia e i risultati positivi contro il Pityrosporum ovale, responsabile della formazione delle scaglie di forfora.

Uso Tradizionale

La resina o balsamo di Copaiba, è ancora oggi usata dalle tribù indigene per le ferite della pelle, la psoriasi e viene messa sull’ombelico dei neonati per prevenire il tetano. I Curanderos dell’ Amazzonia usano la resina per tutti i tipi di dolori, per i disordini della pelle, i morsi degli insetti e le infiammazioni.

bioattivi-1

ANDIROBA (Carapa guaianensis)

L’albero di Andiroba cresce spontaneamente nella foresta amazzonica brasiliana. L’albero produce fiori profumatissimi e delle bacche marroni e legnose che contengono molti semi di forma poliedrica da cui viene estratto l’olio di colore giallo paglierino.

Proprietà cosmetiche

La ricchissima composizione in acidi grassi insaturi (acido Oleico, Linoleico, Linolenico, Palmitico, Stearico) fa dell’olio di Andiroba un prezioso ingrediente cosmetico con eccezionali proprietà restitutive, idratanti e lenitive. In particolare, l’acido Linolenico aiuta a normalizzare il ciclo di vita delle cellule della pelle e anche a porre fine alla crescita incontrollata delle cellule produttrici dei pigmenti che contribuiscono alla formazione di macchie brune. Test effettuati sull’olio di Andiroba hanno evidenziato inoltre le sue proprietà antiinfiammatorie e analgesiche dovute alla presenza di Limonoidi e Terpenoidi biologicamente attivi.

Uso Tradizionale

Ancora oggi l’olio di Andiroba, è ampiamente utilizzato per curare molte malattie della pelle e come repellente naturale contro gli insetti nocivi (zanzare, mosche, ecc.). L’olio viene tradizionalmente usato dai brasiliani per trattare ed alleviare i sintomi fisici associati con l’artrite ed i reumatismi. Viene impiegato nel trattamento della pelle danneggiata a causa di tagli, graffi, abrasioni e lesioni, nel trattamento di fratture e anche per portare sollievo dal dolore e gonfiore nel corso di un infortunio.

bioattivi-1

BRASIL NUT (Bertolletia excelsa)

Proprietà cosmetiche

L’olio di Brasil Nut è straordinariamente ricco di acidi grassi polinsaturi (75%). Gli acidi grassi polinsaturi e in particolare quelli essenziali come gli Omega 6 e Omega 3 svolgono una marcata azione idratante e nutriente restituendo elasticità alla pelle e promuovendo la rigenerazione dell’epidermide. L’olio è ricco di Vitamina E, in sinergia con il Selenio (la più alta concentrazione in natura), svolge un ruolo importante contro l’invecchiamento cutaneo precoce. L’olio di Brasil Nut, ricco di Vitamina E e di Selenio in altissima concentrazione, svolge un ruolo importante contro l’invecchiamento cutaneo precoce. Attraverso una potente azione antiossidante, protegge le cellule umane contro i danni dei radicali liberi che potrebbero danneggiarle. Eccellente emolliente, l’olio di Brasil Nut, restituisce alla pelle elasticità e flessibilità grazie anche all’alto contenuto di Proteine vegetali (17%).

Uso Tradizionale

Nell’Amazzonia brasiliana molte disfunzioni epatiche vengono trattate, ancora oggi, con una infusione di tè mescolato con la corteccia dell’albero di Brasil Nut. Le noci del Brasil Nut sono anche una vitale risorsa alimentare. La polpa bianca e carnosa del seme è una vera “bomba calorica”. Due noci contengono una quantità di proteine (17%) pari a un uovo, ma senza colesterolo. Il 70% del frutto fresco è costituto da grassi alimentari.

bioattivi-1

BURITI (Mauritia flexuosa)

Proprietà cosmetiche

L’olio ha specifiche proprietà antiossidanti e rigeneranti per questo utilizzato nelle creme antietà perché contrasta l’insorgenza di rughe e il rilassamento cutaneo. L’olio di Buriti è infatti una straordinaria fonte naturale di Vitamina A (la “Vitamina della bellezza”) e Vitamina E (la “Vitamina della giovinezza”), sostanze particolarmente preziose nei trattamenti antiage. L’olio è inoltre ricchissimo di Omega 9 (75%) e acido Palmitico (18%) che promuovono la rigenerazione dell’epidermide e la aiutano a mantenerla elastica  e tonificata.

Uso Tradizionale

L’albero di Buriti è una robusta palma chiamata dalle popolazioni indigene “albero della vita” perché fornisce tutto il necessario per la sopravvivenza: la casa, gli oggetti, l’alimentazione. Con le fibre della palma si producono borse e cappelli. Dalla foglie e dal tronco vengono ricavate corde, gabbie, amache e canoe. I fiori, ad esempio, sono utilizzati da molte popolazioni locali per combattere problemi intestinali. Dalla sua polpa la popolazione locale estrae un olio rossastro che viene utilizzato sul corpo per il potere cicatrizzante.

bioattivi-1

AÇAI (Euterpe oleracea)

Proprietà cosmetiche

Oltre alla presenza di acidi grassi saturi e insaturi Omega 6 e Omega 9 che svolgono un’importante azione idratante, emolliente e rigenerante, l’olio di Açai contiene una altissima concentrazione di Beta‐carotene (Vitamina A) 185 volte maggiore di quelle contenute nelle albicocche; acido ascorbico (Vitamina C); polifenoli (Antocianine) le cui proprietà antiossidanti sono 15/30 volte più efficaci della Vitamina E. L’azione antiossidante di queste vitamine e delle antocianine garantisce un efficace effetto antinvecchiamento, neutralizzando i radicali liberi man mano che si formano e contrastando efficacemente l’insorgenza di rughe e il rilassamento cutaneo.

Uso Tradizionale

Oltre tre milioni di brasiliani che vivono nella zona settentrionale della Foresta Amazzonica sopravvivono grazie all’Açai, il frutto di un albero di palma che cresce spontaneamente e solamente da queste parti. Simile a un incrocio tra un chicco d’uva e un mirtillo, la bacca açai (si pronuncia assàii) accompagna tutti i loro pasti, dalla colazione alla cena. Per le sue molteplici proprietà nutrizionali, viene chiamato dagli Indios “il frutto della vita”. Fino al 1999 l’Açai era conosciuto solo in Amazzonia (a Rio de Janeiro o San Paolo molti non l’avevano nemmeno sentito nominare). L’Açaì è stata “scoperto” nel 1999 quando la ricerca etno-botanica ha riscontrato essere uno tra i frutti più nutrienti per l’incredibile composizione nutrizionale. Da allora, l’Açaì è passato dall’essere un segreto ad essere il frutto più ricercato ed apprezzato al mondo.

bioattivi-1

TUCUMA (Astrocaryum tucuma)

Proprietà cosmetiche

Il burro estratto dalla polpa è ricchissimo di acidi grassi Laurico, Miristico ed Oleico dotati di ottime proprietà rigenerative cutanee.Eccellente idratante ed emolliente, il burro mantiene la pelle morbida, liscia e nutrita. L’altissima concentrazione di Beta Carotene (25 volte maggiore a quello contenuto nelle carote), stimola il rinnovamento cellulare, promuove la sintesi di nuovo collagene e protegge la pelle da aggressioni ambientali e dai radicali liberi.

Uso Tradizionale

Le foglie della pianta  di Tucuma forniscono una fibra molto resistente, ideale per cesti, mentre i semi sono utilizzati in artigianato. La frutta viene consumata cruda o sotto forma di un succo chiamato “vino di Tucuma” che è miscelato con acqua o trasformato in un gelato. L’olio di Tucuma è usato in cucina e per i massaggi.

bioattivi-1

PRACAXI (Pentaclethra macroloba)

La pianta di Pracaxi è diffusa nelle foreste pluviali subtropicali dell’Amazzonia. Dai semi di Pentaclethra macroloba viene estratto il prezioso olio, pressato a freddo, utilizzando lo stesso metodo di centinaia di anni fa.

Proprietà cosmetiche

Chiamato “l’olio del miracolo” da parte dei popolazioni indigene per la sua elevata capacità di ricostruire il tessuto cutaneo, l’olio di Pracaxi è una delle più alte fonti di acido Behenico tra tutte le piante che si conoscono. Dotato di proprietà antibatteriche è ricco di acidi organici (Omega 9, Omega 6, Palmitico, Stearico, Miristico, Laurico) che sono straordinariamente efficaci su pelli prematuramente invecchiate.

Eccellente idratante, l’olio di Pracaxi mantiene la pelle elastica, favorisce il rinnovamento cellulare e i processi di cicatrizzazione, migliora il tono e l’elasticità cutanea, attenua rughe e irregolarità cutanee.

Uso Tradizionale

L’olio di Pracaxi è utilizzato da generazioni per il trattamento delle macchie cutanee, infezioni cutanee, striature, acne grave e cicatrici e anche come un efficace rimedio naturale per la psoriasi e la rosacea. È molto utilizzato dopo interventi cesarei ed altri interventi chirurgici.

bioattivi-1